Passa ai contenuti principali

Leggere in viaggio: quando un libro annulla le distanze!


Difficilmente mi metto in viaggio senza avere un libro in borsa.
E poco importa se il viaggio è lungo 1500 km oppure appena 10.

Il tempo che passo in libreria a scegliere il libro da leggere è direttamente proporzionale alla lunghezza del viaggio, e spesso scelgo il libro in base all'atmosfera che voglio che mi accompagni per la durata del mio soggiorno. Molte volte mi è capitato, addirittura, di scegliere titoli che portassero in sé il nome della città che visitavo e la ricerca di un testo simile è una sfida a cui non so resistere, è più forte di me.

Negli ultimi tempi viaggio più in aereo che per terra e lo spazio Feltrinelli Express nell'aeroporto Capodichino di Napoli è diventato una tappa obbligata: non so se è per il luogo in cui si trova oppure per qualche altro arcano motivo, ma là compro sempre libri che altrove non esistono e che accendono la mia curiosità già eccitata dalla partenza.

Il bello di leggere in viaggio è che quando poi riprendo in mano quel libro, una volta tornata a casa, mi tornano in mente le cose che ho visto nel Paese dove mi ha accompagnato, mi tornano in mente le persone che ho conosciuto lì e le idee che mi sono venute in quel determinato periodo.
E' come se il libro che mi accompagna durante il viaggio assorbisse le atmosfere e i profumi che connotano le mie peregrinazioni, per poi rilasciarle nella mia memoria quando ne ho bisogno.

Ora sono in viaggio, ma stavolta un colpo di fortuna mi ha aiutata nella scelta: il giorno prima di partire, mi è arrivato un libro che avevo messo in lista di leggere e di cui presto vi parlerò, e mentre sto qua, mi hanno inviato anche un ebook divertente che è stato una vera sorpresa (anche di questo vi parlerò tra qualche giorno!).

Insomma, ben vengano più spesso queste fortune!
Sì, perchè trovare un libro nella cassetta della posta o nella casella email è un'emozione... di cui vi parlerò la prossima volta, promesso! ;-)

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

I segreti delle donne

La donna nasconde un segreto. Sempre Il segreto del seme Il segreto del frutto Il segreto della luce Il segreto del buio
La donna nasconde un segreto. Sempre. Il segreto del fuoco Il segreto dell'acqua
Il segreto del bene
Il segreto del male Il segreto della vita Il segreto della morte
La donna nasconde un segreto. Sempre.


© Ramona Granato, 2017. All rights reserved.  Riproduzione vietata se non su richiesta.

Segnalazione: Mancanza di Ilaria Palomba

Mancanza Ilaria Palomba Augh edizioni dal 5 ottobre in libreria
Già conosciuta al pubblico come narratrice, Ilaria Palomba torna sugli scaffali delle librerie continuando a sperimentarsi anche nella poesia. Assenza, abbandono, bellezza, vita, parole che tornano e ritornano nelle pagine di Palomba, e pure e ancora è forte e prepotente il richiamo alle conseguenze del dolore e a una stagione della vita in cui vivere significa “sporcarsi” con il dolore, sentirlo, viverlo. Non ci sono filtri nei versi e nei sentimenti che rivela Mancanza (Augh Edizioni). Non c’è consolazione, né rassicurazione: l’autrice consegna ai lettori poesie, sentimenti, assenze e imperfezioni della vita che a essa stessa si mischiano. Mancanza, racconta Antonio Veneziani nella prefazione, si muove tra filosofia e metafisica, tra spirituale e reale, tra verità e presunta autenticità, tutto ciò potrebbe condurre su strade disperanti e disperse, invece Ilaria Palomba, lontana da psicologismi di maniera e da avanguardism…