Passa ai contenuti principali

Premio Strega 2013: ecco la cinquina dei libri finalisti


L'attesa è finita!
La cinquina dei libri finalisti della 67esima edizione del Premio Strega è stata votata stasera nella storica sede di Casa Bellonci a Roma.
Le votazioni dei 400 Amici della Domenica affiancati da 60 dei cosiddetti "lettori forti" sono state presiedute da Alessandro Piperno - vincitore del Premio Strega 2012 - con il presidente della Fondazione Bellonci Tullio De Mauro.

La cinquina finalista è così composta:
Alessandro Perissinotto, Le Colpe dei Padri (Piemme) con 69 voti;
Walter Siti, Resistere non serve a niente (Rizzoli) con 66 voti;
Romana Petri, Figli dello stesso padre, (Longanesi) con 49 voti;
Paolo Di Paolo, Mandami tanta vita, (Feltrinelli) con 45 voti ;
Simona Sparaco, Nessuno sa di noi (Giunti), 36 voti.
Si sono realizzati, dunque, i pronostici di critici e giornalisti che volevano al primo posto Perissinotto, e nella cinquina anche Di Paolo, Siti e Petri. 
Aldo Busi si conferma grande escluso così come era stato previsto, mentre restano fuori a sorpresa Paolo Cognetti e il suo "Sofia si veste sempre di nero", Gaetano Cappelli con "Romanzo irresistibile della mia vita vera" e Lorenzo Amurri con "Apnea" già vincitore del progetto per le scuole "2013. Un anno stregato".

Si è quasi completamente ribaltata la situazione iniziale di questa edizione che voleva fuori le grandi case editrici a favore di quelle medio-piccole. L'unica eccezione è Piemme - la piccola di casa Mondadori - che resta in gara con Perissinotto, rispetto agli altri colossi come Rizzoli, Feltrinelli, Longanesi e Giunti ancora in gara.
E forse la condizione di eccezione in cui si trova Piemme può portare ad una posizione favorevole anche per la finale. Finora è stato così.
Ovviamente non si mettono in dubbio le innegabili qualità del libro e dello scrittore, ma non possiamo far finta che non esista il braccio di ferro tra le realtà editoriali coinvolte di anno in anno.

L'attesa, ora, si è trasformata nel desiderio di vedere se questa logica funzioni anche per la finale del prossimo 4 luglio.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Segnalazione: Non basta dirmi ti amo di Daniela Volonté

Non basta dirmi ti amo Daniela Volonté Newton Compton Editori dal 9 novembre in libreria

Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha…

Anteprima: Buona vita a tutti di J.K. Rowling

Buona vita a tutti. I benefici del fallimento e l'importanza dell'immaginazione J.K. Rowling Salani dal 20 novembre in libreria e in tutti gli store online
Quando J.K. Rowling è stata invitata a tenere il discorso per la cerimonia di laurea di Harvard, ha deciso di parlare di due temi che le stanno molto a cuore: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Avere il coraggio di fallire, ha detto, è fondamentale per una buona vita, proprio come ogni altro traguardo considerato di successo. Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la propria esperienza e ponendo domande provocatorie, J.K. Rowling spiega cosa significa per lei vivere una ‘buona vita’. Un piccolo libro pieno di saggezza, umanità e senso dell’umorismo, ricco di ispirazione per chiunque si trovi a un punto di svolta della sua esistenza. Per imparare a osare e ad aprirsi alle opportunità del…