Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2013

Arrivano gli ebook targati Scrittura & Scritture!

Può l'ebook sostituire il libro di carta e inchiostro? La questione è annosa e di difficile discussione, soprattutto per me che ho da poco iniziato ad apprezzare i libri virtuali, ma più per questione di spazio e di trasportabilità in viaggio, che per un tradimento verso il mio primo amore. Perché la verità è che poi torno a casa e voglio sempre le mie copertine impolverate là ad attendermi sugli scaffali della libreria. E sul comodino. E sul pavimento accanto al comodino. E in un cestone sotto il letto. E... ok, avete capito il concetto!
Così, dopo aver letto "L'ombra del bosco scarno" di Massimo Rossi in versione, diciamo così, tradizionale, arriva l'ebook - di cui potete vedere qui lo spot. Stessa sorte anche per il giallo di Francesca Battistella "La stretta del lupo", il cui spot, come quello di Rossi, testimonia l'altissimo gradimento che il pubblico ha decretato alle presentazioni e nelle occasioni più varie in cui è stato possibile incontra…

Prima persona singolare di Roberto Acerra

non vado, non vengo, non giungo, né vago,  non vogo, non vango,  non andirivengo, né viro, non vario e non varco, non valico e non travalico, non gongolo né pisolo
non riposo, non mi sposo, non mi sparo, non separo, non spero, non inspiro, non sporgo, né cospiro, non spurgo, non aspergo, non sporco, né aspetto, non prego, non spreco
non scopo, non spingo, non sputo, non sprigiono, non spengo, non spendo, né spando, non espando, non spio, non espungo, non espianto, non estirpo, non piango, non costringo
non scrosto, non scruto, non strido né rutto, né sudo, non mi scrollo, non mi scremo, non controllo, non scodello, non trucco, non modello né strizzo, non palpo e non schizzo, non scado, né scaldo
non cado, non cago, non godo, non bramo, non grido, non bruco e non brindo, non sgrasso, non scrocco, non crocchio, non scroscio, non scaracchio, non sbatacchio, non gracchio. io, scrivo.

Roberto Acerra Leggi questo Orientexpress, 2006.

Giornata Europea della Cultura Ebraica 2013: ebraismo e natura per la 14esima edizione

La Comunità ebraica fu fondata a Napoli subito dopo l'Unità d'Italia, ma la presenza ebraica in città risale al I sec. a. e. v., come dimostrano le numerose tracce presenti nel tessuto urbano della città e nella toponomastica.
Per questo è proprio Napoli la città capofila della 14esima Giornata Europea della Cultura Ebraica che oggi, 29 settembre, indaga il rapporto tra ebraismo e natura. Che rapporto c’è tra ebraismo e natura? Quali sono le indicazioni e i suggerimenti della tradizione ebraica per instaurare un rapporto sano con il mondo circostante? Io ho avuto la fortuna di visitare la Sinagoga di Napoli - in via Cappella Vecchia, a due passi da Piazza dei Martiri -, qualche anno fa, e ricordo perfettamente le sensazioni molto forti che provai entrando e parlando con la persona che mi faceva da guida. In seguito, mi sono appassionata agli scrittori ebrei-americani e ho cercato di approfondire per quanto possibile l'argomento, ma ad oggi mi sembra di volerne sapere ancor…

Nulla due volte di Wisława Szymborska

Nulla due volte accade né accadrà. Per tal ragione si nasce senza esperienza,  si muore senza assuefazione.
Anche agli alunni più ottusi della scuola del pianeta di ripetere non è dato le stagioni del passato.
Non c'è giorno che ritorni,  non due notti uguali uguali, né due baci somiglianti,  né due sguardi tali e quali.
Ieri, quando il tuo nome  qualcuno ha pronunciato, mi è parso che una rosa sbocciasse sul selciato.
Oggi, che stiamo insieme, ho rivolto gli occhi altrove. Una rosa? Ma che cos'è? forse pietra, o forse fiore?
Perché tu, malvagia ora, dai paura e incertezza? Ci sei - perciò devi passare. Passerai - e qui sta la bellezza.
Cercheremo un'armonia, sorridenti, fra le braccia, anche se siamo diversi come due gocce d'acqua.

Wisława Szymborska Nulla due volte

Pordenonelegge 2013: Margherita Remotti e il suo "Vetro" all'aperitivo con l'autore

L'aperitivo con gli scrittori mi mette sempre addosso una strana allegria. E non per l'alcol contenuto nell'aperitivo...
Incontrare un autore in un ambiente informale, in cui magari fare anche domande non canoniche sulla scrittura e sul processo creativo è un'occasione da non perdere. Così, nell'ambito del programma di Pordenonelegge 2013, oggi pomeriggio all'Être Concept Store si terrà l'incontro "Editoria digitale: Vetro, il coraggio delle donne di cambiare"con l'autrice di "Vetro" (Lite Editions) Margherita Remotti.
Nell'editoria italiana qualcosa sta cambiando. Dopo il boom degli eBook erotici negli Stati Uniti anche in Italia sta prendendo piede una letteratura digitale del desiderio che punta sulla scrittura di qualità. Vetro, primo romanzo di Margherita Remotti, racconta la storia di Anna e di come, in una mattina come tutte le altre, il furto di una misteriosa statuina di vetro dalla casa d’aste per cui lavora e l’incontr…

Io scrivo.

L'estate è decisamente finita, da qualsiasi prospettiva la vogliamo guardare. Questa per me è stata l'estate degli ebook a 0.99 centesimi, l'estate dei libri del commissario Ricciardi e della nuova serie di Maurizio de Giovanni "I Bastardi di Pizzofalcone", l'estate della scrittura, l'estate del tormento (scrittura)  e dell'estasi (lettura), insomma. In poche parole: un'estate tranquilla.
Forse per questo non mi è dispiaciuto che se ne andasse, strascicando i piedi in giornate ancora calde - almeno a Napoli - e in notti miti che, però, mi regalano insonnie inaspettate.
La verità è che, con questi colori autunnali in cui vorrei immergere le mani fino al gomito, mi sento in fermento. Sto scrivendo.
Leggo ancora, certo, leggo tantissimo, ma sto recensendo poco (per ora). Ho in arretrato tutti i libri letti durante l'estate e prima o poi li smaltirò. Ma per ora sto scrivendo.
Cosa? Cose così, come questo post. Ma anche altro.
Sarà il profumo dell…

Mood Indigo, il film tratto dal capolavoro di Boris Vian "La schiuma dei giorni"

Fin dalla prima volta che ho visto il trailer di "Mood Indigo - La schiuma dei giorni", ho capito che sarebbe stato uno di quei film da tenere lì, per i momenti belli e per quelli brutti.
E l'ho capito perché è la summa di tanti attori che, singolarmente, hanno già interpretato film del genere, e ora, per di più, sono diretti da Michael Gondry, il regista che ha realizzato un film senza tempo come "Eternal Sunshine of a Spotless Mind" che in italiano è diventato "Se mi lasci, ti cancello".
E poi ha quel mood francese che apprezzo particolarmente.


Lui è Romain Duris, protagonista di "L'appartamento spagnolo" e del suo seguito (che sono i film che hanno avuto maggiore eco in Italia).
Lei è Audrey Tautou, quella che ricordavo sognante e innamorata in Amélie e poco importa se dopo ha fatto altri 50 film: nel mio immaginario, è sempre quella che, con cucchiaino alla mano, provava un piacere indicibile a rompere la crosticina di zucchero sull…

Niente è grande come le piccole cose di Vincenzo Costantino

Mentre spremi un'arancia canta la lavatrice e l'acqua della doccia ti riscalda i pensieri la vita si offre attraverso uno schermo di persuasione e mentre c'è chi guarda il sole aspettando la luna c'è chi si guarda intorno aspettando un  segnale. Basterebbe guardarsi dentro e intristirsi per il continuo bisogno di eroi da quando mi impediscono di bere, di fumare e mi istruiscono sull'alimentazione sana e seguono i miei passi e le mie conversazioni per paura che io mi faccia male è lecito domandarsi se ci sia vita su Marte. Quando chiudi la porta, che tu sia dentro o fuori, ricordati che niente è grande come le piccole cose e che quando incontri qualcuno che ti sembra non sappia quello che dica in realtà sta semplicemente dicendo quello che sa.

Vincenzo Costantino  Chi è senza peccato non ha un cazzo da raccontare Marcos y Marcos, 2010.

Settembre, I Love You! Novità, cambiamenti, progetti e... profumi!

Settembre è sempre un mese di nuovi inizi. Chissà, forse perché era il mese dell'inizio di un nuovo anno scolastico, ma a me dà sempre l'impressione dai un Capodanno fuori stagione che mi rallegra e mi immalinconisce (come tutti i Capodanni, del resto...).
Appena entra settembre, molti pensano alle novità che li aspettano, quelle novità che, chissà perché, tutto il resto dell'anno se ne sono state lì acquattate, senza dare segno di voler mettere la testa fuori. Ma a settembre no, a settembre saltano fuori come conigli da un cilindro di un prestigiatore pazzo.
Ho riflettuto un po' su 'sta cosa delle novità e credo che, almeno un po', ce le aspettiamo tutti.
Che poi, arrivino o meno, diventerà argomento di depressione per fine ottobre e tutto novembre, ma questa è un'altra prospettiva e un'altra storia...

E poi settembre è il mese del mio compleanno, e questo mi dà sempre una carica nuova.
Senza contare che a settembre c'è l'equinozio d'autunn…

Cinquanta Sfumature di Grigio, il film: fans scontenti per Charlie Hunnam e Dakota Johnson

Con questi tweet E. L. James, l'autrice della trilogia erotica più famosa degli ultimi anni, ha annunciato la scelta degli attori per i film di "Cinquanta Sfumature di Grigio".
Io ho letto la trilogia appena arrivò in libreria e ho immaginato i protagonisti in maniera un pò diversa da quelli poi scelti, e cioè Charlie Hunnam e Dakota Johnson.
Nulla da dire per la professionalità dei due attori, ma io - come tutti i milioni di fans - abbiamo preso troppo sul serio le descrizioni della James e così, quando è iniziato a circolare il trailer che vi allego qui sotto, nella testa di chi aveva letto il libro è scattato qualcosa. 

I protagonisti scelti sono Matt Bomer - star di "White Collar" - e Alexis Bledel - la storica Rory di "Una mamma per amica" -, la musica è "Midnight City" degli M83. Ora, io non so come avete in testa voi il ritmo del primo romanzo, ma questo sound track secondo me calza a pennello. E poi, sarà la faccia da brava ragazza d…

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...