Passa ai contenuti principali

BookMob di Librincircolo: un bel modo di muovere i libri!

Le foto sono tutte prese dal sito www.librincircolo.it
Se ieri a mezzogiorno vi siete trovati a passare per Piazza San Domenico Maggiore, a Napoli, e avete visto un gruppo di persone con misteriosi pacchetti colorati tra le mani, con aria allegra e friccicarella, allora vi siete trovati nel bel mezzo del BookMob organizzato da Librincircolo.

In pratica, chiunque poteva partecipare portando un libro che aveva letto e che aveva amato, oppure odiato, oppure un libro che giaceva irrimediabilmente in libreria con nessuna speranza di essere letto perché preso in antipatia dal primo momento. Insomma, un libro che si voleva far muovere, che si voleva mettere in circolazione o mandare a quel paese!
Il libro doveva essere incartato e poi messo nel mucchio.
Alla fine, tutti i partecipanti hanno pescato e sono diventati la meta per un libro partito da chissà dove.

Piazza San Domenico Maggiore, a Napoli, invasa dal BookMob di Librincircolo
Io non sono a Napoli in questo periodo, ma avrei tanto voluto partecipare.
Io amo le iniziative così, semplici ma profondamente pensate per dare qualcosa a chi vi partecipa, fosse anche un momento di comunicazione senza confini né maschere.

E niente. Ora cosa voglio, mi direte voi.
Niente.
Vorrei solo che manifestazioni si ripetessero più spesso. Non dico assai, ma una volta al mese o ogni due, va'.

BookMobilitiamoci tutti!

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Recensione: Dodici ricordi e un segreto di Enrica Tesio

Le storie belle, quelle che le leggi e ti si espandono dentro pian piano, hanno bisogno di tempo ma soprattutto di spazio per entrare nella testa e, più ancora, nel cuore è lì assieparsi tranquillamente. "Dodici ricordi e un segreto" di Enrica Tesio [Bompiani] contiene una grande storia composta, come dice il titolo da dodici ricordi e un segreto, ma le sfumature di vissuto e sentito che avvolgono il lettore sono ben più numerose.
Aura ha vent'anni, sua madre l'ha partorita il giorno del suo diciottesimo compleanno e il nonno Attilio si è preso cura di lei dal primo sguardo. Aura ha gli occhi pazzi, scientificamente si chiama nistagmo, lei ha sempre visto il disagio negli occhi di chi fissavano quell'incessante movimento dei suoi occhi e si è convinta che, al di là della scienza, il suo difetto fosse solo un altro sintomo del suo essere in qualche modo sbagliata. Del resto, se non fosse sbagliata, perché sua madre non riesce ad amarla e basta? Semplicemente?  Isa…

Amo in te di Nazim Hikmet

Amo in te l'avventura della nave che va verso il polo amo in te l'audacia dei giocatori delle grandi scoperte amo in te le cose lontane amo in te l'impossibile
entro nei tuoi occhi come in un bosco  pieno di sole e sudato affamato infuriato ho la passione del cacciatore per mordere nella tua carne
amo in te l'impossibile ma non la disperazione.
Nazim Hikmet Poesie d'amore Mondadori