Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2014

Maria Recupero della Pescheria di Chiara Aurora Giunta

Si arriva ai libri e alle storie sempre per vie diverse, inaspettate, imprevedibili. O almeno, così succede a me. Sono arrivata a "Maria Recupero della Pescheria" di Chiara Aurora Giunta [Vanda ePublishing] in uno di questi modi sorprendenti come può essere sorprendente a volte il web. Sono stata incuriosita dal titolo - e voi sapete quanto io impazzisca per titoli particolari - e poi la copertina mi ha convinta del tutto. E non sono rimasta delusa, anzi.
La scena - perché di scena quasi teatrale si tratta, nelle descrizioni dell'autrice che vi presenta i personaggi e gli ambienti davanti agli occhi - si apre a Catania, nel giugno del 1967, e l'obiettivo è puntato direttamente su Maria Recupero, trentatré anni portati male. Maria è incinta all'ultimo mese e, a giudicare dai dolori che ha, non manca molto. Si fa strada sgomitando nella sala d'attesa alla sala parto e la descrizione delle altre persone presenti difficilmente riuscirete a scordarla, per quanto …

A che servono i gruppi su Facebook?

L'uomo è un animale sociale e blablabla... Fin dall'antichità si è unito con altri uomini per formare gruppi e blablabla...
Poi nella modernità, con l'avvento di internet e più ancora dei social network, questo desiderio di incontrarsi con i suoi simili è molto scemato, a parer mio, e, nonostante si conservi quella apparenza di rete sociale (social network, appunto) la verità è che tutti siamo soli davanti ai nostri computer (o smartphone o tablet). In questo scenario post-internettiano sono comparsi i gruppi su Facebook.
Io mi chiedo, e forse ve lo chiedete anche voi: 
a che servono i gruppi su Facebook?
All'inizio della mia avventura sui social network, qualche amico mi inseriva in gruppi tipo "quelli che il sabato sera non sanno mai dove andare" oppure "i fans delle sigle dei cartoni animati cantate da Cristina D'Avena": quelle erano delle pagine "ingenue", dove parlavamo come se fossimo nella realtà e, spesso, se arrivavamo a 20 iscr…

Momenti di trascurabile felicità

Mia moglie, quando era una ragazza, è stata fidanzata per molto tempo con un ragazzo che si chiama Michele. Per anni, quando raccontava di averlo incontrato, oppure che aveva avuto notizie di Michele, i suoi familiari dicevano sempre: ma chi, Michele nostro?
Quando ci siamo sposati, da quel giorno in poi, quando si parla di Michele, anch'io ho cominciato a dire con una certa soddisfazione: ma chi, Michele nostro?
Momenti di trascurabile felicità Francesco Piccolo Einaudi.

Scaricare ebook piratati: ecco perché fa male agli autori, ma anche ai lettori

Sempre più spesso, in giro sulle pagine Facebook delle scrittrici e degli scrittori, leggo messaggi di protesta che, ad una lettura più attenta, non sono altro che richieste di aiuto. Ho trovato on line il mio libro piratato su un sito che permetteva di scaricarlo gratis. Mi sento violato/a! Il testo è più o meno questo e il messaggio è chiaro: ci sono migliaia di ebook piratati - cioè immessi in rete illegalmente - che ledono la legge, l'etica, la dignità e il lavoro di chi, sui quei libri, ha perso il sonno e giornate di lavoro (a Napoli diciamo "ha jettato 'o sang'") per offrire ai lettori - e al mercato - un prodotto di altissima qualità.
Mettiamo da parte qualsiasi discorso di ordine anarchico del tipo che le case editrici sono imperi gestiti dal sistema, che i nostri soldi vanno principalmente a rimpinguare le tasche di multinazionali che di soldi ne hanno a palate e che magari agli scrittori e a chi lavora effettivamente sul testo vanno solo pochi spicciol…

Se un giorno ci rincontreremo di Monique Scisci

Quando finisce un amore, restano tante cose in sospeso che poi cadono nel vuoto, tante parole che si vorrebbe dire ma ormai non c'è più nessuno ad ascoltarle. E allora si raccoglie tutto in uno scomparto del cuore con su scritto: "Se un giorno ci rincontreremo...".  In quello scomparto, molte volte, c'è anche tutto l'amore che non si ha avuto il tempo di dare, e resta lì, in attesa di essere ripreso, sfrondato degli elementi che lo rendevano specifico per la persona che non c'è più, rinvigorito dalla nostra amorevole cura e rinnovato per la persona che verrà a reclamarlo in futuro.
Alessandra, la protagonista di "Se un giorno ci rincontreremo" di Monique Scisci [YouFeel], ha il cuore pieno dell'amore che Daniele ha deluso e tradito e non è sicura che, se un giorno si rincontreranno, sarà così forte da negarglielo.
Per fortuna, ha dalla sua tre amiche - alla Sex and the City, per intenderci - che la sostengono, la distraggono e la consolano quan…

Piccole ossessioni: Barbie assassine, omicidi di plastica e scene erotiche tra bambolotti

Io ho una collezione di Barbie degli anni '80 e '90 che i miei mi regalavano ogni volta che esprimevo il desiderio di essere qualcosa da grande. Di conseguenza, ho Barbie dottoressa, Barbie cavallerizza, Barbie diva, Barbie rockstar e Barbie astronauta.
***fosse stato ora, avrei chiesto semplicemente una Barbie con un'occupazione qualsiasi***
Ci ho giocato poco, a dir la verità, perché anche allora la Barbie per me aveva qualcosa di intoccabile. Avevo bisogno di smitizzarla in qualche modo, ma l'ho capito solo quando - nei miei giri infiniti sul web - ho scoperto che Mariel Clayton probabilmente aveva bisogno di fare questa stessa cosa e, essendo un'artista, l'ha declinata alla sua maniera.


Nelle sue foto ci sono Barbie e Ken di tutti i tipi, scomposti nell'atteggiamento e fatti a pezzi nel corpo - quel piccolo corpicino perfetto di plastica! - in situazioni abbastanza dark ma, a parer mio, molto divertenti e, soprattutto, inaspettate.

***poche bambine della…

Le scarpe son desideri di Mara Roberti

Le scarpe sono un'ossessione tipicamente femminile, si sa, e anche chi dichiara di esserne immune - io, per esempio - davanti ad un bel paio di scarpe, capitola e si mette impunemente a sbavare.

L'attenzione che Cecilia, la protagonista di "Le scarpe son desideri" di Mara Roberti [Emma Books], dedica alle scarpe, però, è diversa. Certo, ne possiede un paio per ogni stato d'animo e occasione della giornata, ma l'ossessione di Cecilia è più altruistica, se così vogliamo dire: riesce a capire il carattere e l'umore di una persona guardando le scarpe che indossa e, di conseguenza, riesce a consigliare a tutti le scarpe perfette.

Cecilia lavora per "Giannini", uno dei più esclusivi e eleganti negozi di scarpe di Milano, di proprietà delle sorelle Giannini, acide e arcigne nei confronti della commessa - a parer mio - più brava che ci sia. Perché, in quale altro modo volete valutare una persona che vi guarda, vi capisce e, cosa più importante, vi fa u…

Con un poco di zucchero di Chiara Parenti

Ci sono momenti in cui si ha voglia di coccole, indipendentemente dal fatto che la vita sia meravigliosa. "Con un poco di zucchero" di Chiara Parenti (YouFeel) è una coccola che dovete concedervi perché al cuore fa bene, e ve ne accorgerete.
A poche cose riesco a resistere, e tra queste sicuramente non c'è Mary Poppins. Sarà che è uno dei film che vedevo sempre da bambina, sarà che ambientato nella fuligginosa Londra, o sarà semplicemente che le sue canzoni sono irresistibili, ma io ogni volta mi ritrovo a sorridere senza sapere bene perché. Con Tata Katie, la protagonista del romance di Chiara Parenti, succede la stessa cosa: una nuvoletta rosa - o anche bianca, se vi piace di più - vi avvolgerà e, tutto ad un tratto, quello che vi preoccupava, vi metteva di cattivo umore, vi faceva odiare il mondo... puff! sparirà.
Ma non aspettatevi una storiella simil-favoletta zuccherosa e melensa! Eh no! Fedele al mood ironico in cui questo ebook è inserito, vi posso assicurare che…

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...