Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2015

Segnalazione: Il verso dell'amore di Antonia Serranò

Il verso dell'amore Antonia Serranò € 0.99
Trama Una mattina Monica, giovane donna quasi trentenne, si sveglia con la spiacevole consapevolezza di non aver trovato il suo verso nella vita: ha un lavoro che le piace, ma non è quello per cui ha tanto studiato; il rapporto simbiotico con la sua amica Lia tende a diluirsi; i genitori vivono fuori città; la sorella ha un marito, tre figli, un cane e una tata a cui pensare; l'ultima relazione si è conclusa con la scoperta che il ragazzo con cui stava, istruttore di una palestra, era in multiproprietà con altre clienti. In tutto questo arriva Marco, scrittore dall'ego ipertrofico, a incrinare ancor di più il suo piccolo e fragile mondo. Monica si sente sempre più sola, mediocre e inadeguata. A darle una mano, facendole trovare il lavoro giusto e il verso dell'amore, arrivano il professore Poutignac e Matteo.
L'autrice dice: Il romanzo è nato assieme all'idea di scriverlo. Non ho mai avuto in testa una trama definita, ma h…

5 cose indispensabili per avere a che fare con gli scrittori

Per molte persone, l'autore è solo quel nome scritto sulla copertina di un libro, subito prima del titolo. C'è stato un tempo in cui anche per me era così, poi ho iniziato ad andare alle presentazioni dei libri (avevo 14 anni, più o meno) e ho scoperto che dietro quelle parole stampate nero su bianco sulle pagine c'erano delle dita attaccate alle mani che appartenevano a una persona in carne e ossa, con una voce, un corpo e tutto quello che questo comporta.
Quando poi ho iniziato a fare la giornalista, ne ho incontrati di tutti i tipi, di autori e artisti di vario genere, e a un certo punto le presentazioni dei libri sono diventate il momento in cui il velo dell'illusione si squarciava di fronte alla realtà: mi è capitato di incontrare chi era allegro e leggero sulla pagina e nella realtà si portava dietro la zavorra del suo cattivo umore e di un carattere non proprio spensierato, volendo usare un eufemismo. Così, come ho incontrato scrittori che non ti facevano arriv…

Una fidanzata per papà di Fabiola D'Amico

Quando abbiamo smesso di credere nei sogni? Probabilmente quando abbiamo smesso di credere a Babbo Natale, e forse quello è stato il vero dramma. Quando chiedevamo a quell'omaccione con la barba bianca e il sorriso generoso - o almeno, così l'iconografia ce lo descrive - un regalo, in realtà gli stavamo confidando uno dei nostri desideri più profondi. A volte si avverava e a volte no, ma chiederlo a Babbo Natale metteva in gioco la speranza.

Danielle crede a Babbo Natale tanto da affidargli la felicità del padre e di se stessa con una richiesta un po' insolita: trovare una fidanzata che ridoni il sorriso a Klain Mc Owen.
"Una fidanzata per papà (Cupido Agency vol.1)" di Fabiola D'Amico inizia così, con il desiderio espresso da una bambina con tutto l'amore che prova per il suo papà.
Klain, infatti, è un padre single, oltre ad essere uno dei parolieri più apprezzati e famosi dell'industria discografica americana. Sta crescendo da solo Danielle, sei ann…

#ioleggoperché leggevo ieri, leggerò anche oggi e... tutti i giorni a venire!

Che state leggendo oggi? Ve lo chiedo perché ieri è stata la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore (in Italia, World Book Day nel resto del mondo), ma i lettori non festeggiano una volta l'anno (certo, è un'occasione per incontrarsi e stare insieme, ma poi...).
La Giornata del libro è, appunto, una giornata sola, ventiquattro ore in cui tutti - ma proprio tutti - si ricordano di quell'oggetto che magari nel resto del 364 giorni ignorano bellamente. Chi, invece, in quell'oggetto ci vede un amico d'elezione non guarda tanto al calendario, ma ogni giorno diventa la festa in cui incontrare quel compagno tanto fedele.
#IOLEGGOPERCHÈ è stata l'iniziativa nazionale che ieri ha sguinzagliato per l'Italia migliaia di messaggeri con 240mila libri da regalare a chi non legge. Un progetto di proporzioni immani, secondo me, culminato con la diretta televisiva in prima serata su Rai 3. Ma un progetto, appunto, con un inizio e una fine (il 23 aprile). Se …

5 cose indispensabili per scegliere un buon libro

Un buon libro è come il buon vino, secondo me: deve lasciarti qualcosa di leggero nel cuore e nella testa.  I gusti sono soggettivi: vi capiterà di assaggiare un vino rinomato, di un'ottima annata e di una cantina blasonata e... vi si accartoccerà la faccia nel mandare giù il primo sorso, tanto che non riuscirete ad andare oltre quello. Mentre poi, magari, un vinello senza pretese vi conquisterà il palato. Sono gusti e i gusti, sebbene siano opinabili, sono personali e uno ci si affeziona. Allo stesso modo, potrebbe capitarvi di leggere un libro da tutti ritenuto "un buon libro", se non addirittura "un libro imperdibile", che significa più o meno "non iniziare proprio questa conversazione se non lo hai letto". Ebbene, potrebbe capitarvi che non riusciate ad andare oltre le prime pagine.

Allora, cosa rende un libro un buon libro? Come si fa a scegliere? Ecco 5 cose per me indispensabili per scegliere quello che potrebbe essere il vostro buon libro, qu…

Libri in uscita ad aprile 2015

Potrete parlare quanto volete di calo dei lettori e della decrescita della lettura, ma non riuscirete mai a fermare i libri in uscita.  E per fortuna! aggiungerei con un certo sollievo. La velocità con cui ogni giorno arrivano in libreria nuovi titoli è invidiata da qualsiasi atleta che abbia fondato la sua carriera sul battere sul tempo gli altri. Una velocità tale che io difficilmente riesco a stare dietro a tutti i titoli che escono. Così, siamo arrivati quasi alla fine di aprile e io, cercando di recuperare nella corsa, vi presento i titoli in uscita dalla seconda metà in poi.
Al grido di: "Che lettura sia!".

#IOLEGGOPERCHÈ 2015: i 24 libri che chi (non) legge deve proprio avere

Ho sempre avuto un'opinione combattuta sul regalare i libri: perché non sappiamo se, chi riceverà il regalo, è un lettore o no, perché non sempre se ne conoscono i gusti e perché, se è un lettore appassionato, avrà gusti e opinioni così dettagliate che difficilmente riusciremo a soddisfarle al primo tentativo.
Ma regalare libri a chi non legge? Potrebbe esserne incuriosito e aprire la prima pagina e, poi, tutte quelle che seguono. Ma potrebbe anche usare il libro per pareggiare la gamba di un tavolo zoppicante. E la nostra iniziativa, non solo sarà stata zoppicante peggio di quel tavolo, ma franerà rovinosamente contro la realtà di chi è intenzionato a non cambiare.
#IOLEGGOPERCHÈ punta a chi non legge, scommette su quelli che sono potenziali lettori mancati per le ragioni più disparate e mira a portare alla luce la curiosità verso la lettura. O meglio, questo è ciò che io ho letto in questa iniziativa che di lodevole ha tanto, tantissimo, non fosse altro che, per una volta, i let…

Segnalazione: Una fidanzata in prestito di Silvia Stoyanova

Una fidanzata in prestito Silvia Stoyanova € 2.99
Trama Il destino non scende a compromessi con nessuno e la vita ci travolge con la sua inspiegabile forza cambiandoci per sempre, in modo impercettibile ma costante. Finché non ci guardiamo indietro, rendendoci conto di quanta strada abbiamo fatto, dei nostri fallimenti e dei nostri successi. Questa è la vita di Kim Stewart. Colma di fatti eccezionali come il lavoro dei suoi sogni, la sua carriera in continua crescita e i suoi strampalati ma grandiosi amici. Tutto si svolge, silenziosamente, in una magica Manhattan dove il termine "silenzioso" è solo uno status mentale creato per poter credere di avere un momento per se stessi. E ciò non è facile quando si è sotto gli occhi dei media ogni giorno, come Kim. Ma cosa accade quando il destino porta sulla sua strada l’uomo che potrebbe essere quello giusto? E cosa succede se, poi, lo stesso destino comincia a divertirsi mescolando le carte in tavola quando sembra che la vita abbia i…

Segnalazione di un libro: cos'è e come si usa (su questo blog)

Che cos'è una segnalazione? Se questo blog fosse la vetrina di un negozio, la segnalazione sarebbe l'oggetto messo al centro, in alto su un piedistallo con un faretto puntato sopra per un periodo di tempo prestabilito. Il vantaggio della rete è che la segnalazione resta lì, fin quando il blog esisterà o la rete stessa esisterà.
Quali libri saranno segnalati? Ogni settimana cercherò di proporvi la segnalazione di un libro che leggerò o che semplicemente mi sembra interessante alla lettura della trama. Ci saranno libri self - perché io credo negli esordienti che si ingegnano per realizzare i propri sogni! - ma forse anche qualcuno pubblicato da qualche casa editrice particolare o particolarmente normale. Saranno segnalati i libri che in qualche modo mi piacciono, anche solo dalla trama, indipendentemente dal fatto che li abbiano proposti gli autori o che li abbia trovati io. Il fatto che un autore proponga il suo libro, non mi obbliga a pubblicare la segnalazione in ogni caso: se…

Tornare a casa...

C'è chi non ha la possibilità di tornare a casa perché una casa non ce l'ha. E non so se è peggio non avere una casa fisica o una casa emozionale. E c'è chi, come me, di case ne ha due. ***oppure è meglio dire quattro, due fisiche e due emozionali***
Ogni volta, allontanarmi da una per raggiungere l'altra è una sofferenza che mi spezza qualcosa dentro e questo dolore è alimentato dal senso di colpa di tradire l'una provando quello che provo per l'altra.
Dove sia il mio cuore o il mio animo, non so più dirlo. E il concetto di ritorno ha assunto sfumature che non avevo mai considerato.
Tornare a casa significa partire da casa. E non distinguo più la felicità pura dal dolore, puro anch'esso.

Dammi la mano di Gabriela Mistral

Dammi la mano e danzeremo Dammi la mano e mi amerai come un solo fior saremo come un solo fiore e niente più. Lo stesso verso canteremo allo stesso passo danzerai Come una spiga onduleremo come una spiga e niente più. Ti chiami rosa e io speranza ma il tuo nome dimenticherai perché saremo una danza sulla collina e niente più.

 Gabriela Mistral

Tutte le mattine di Ramona Granato

Tutte le mattine Rosa Amanzia prendeva il tram. Da quasi quindici anni, ogni giorno, tranne il sabato e la domenica, si recava al lavoro: lo stesso lavoro di suo padre, nello stesso ufficio occupato da lui per quarant’anni.  Rosa Amanzia era uno degli ultimi esemplari di lavoratore italiano a essere subentrato al genitore nella stessa mansione e nella stessa azienda. Era anche uno degli ultimi italiani ad aver avuto un contratto a tempo indeterminato, il famoso e leggendario posto fisso, trasformando lei stessa, Rosa Amanzia, in un essere leggendario, anche se tutt’altro che famoso.
Ogni mattina Rosa Amanzia, alla stessa ora, saliva alla fermata che distava sette minuti dal portone di casa sua e alzava la testa solo dopo aver salito i due gradini all’entrata del tram, per controllare se c’erano posti a sedere. Pure se c’erano, Rosa Amanzia si aggrappava al corrimano alto, sempre allo stesso posto, all’altezza degli stessi finestrini, guardando fuori gli stessi palazzi e gli stessi se…

3 anni di Leggimi nel pensiero e... Non è mai abbastanza!

Tre anni fa, oggi, nasceva Leggimi nel pensiero e, come tutti i neonati, non sapevo bene che faccia avrebbe avuto nel corso del tempo. Quello che sapevo fin da allora, però, era che sarebbe stato un posto mio, solo mio. Tutto mio.
E così è stato, dalla scelta della piattaforma alla grafica, dai post alle foto. Ma, soprattutto, gli argomenti. Ogni singola parola presente in Leggimi nel pensiero è un mio pensiero (appunto!), dall'inizio alla fine e questa è la cosa che più mi piace e - Dio della felicità concedimelo! - mi rende felice.
A volte mi sorprendo a pensare a questa paginetta nei momenti più assurdi, come se fosse un pensiero che sottende sempre le mie altre attività, e so che tutto il resto può pure andarsene via col vento, ma cercherò sempre di trascorrere un momento qui.
Oggi festeggio il compleanno di un angolo della mia vita, un angolo bello, con qualche spigolo, ma sempre bello. 
Auguri, piccolo angolo di me!

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...