Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

Book & Tè, la terza edizione del circolo letterario di Scrittura & Scritture è già sold out!

Mi sento stretta nei gruppi, nelle associazioni, nelle alleanze, nei crocchi di gente che parla. Non è colpa mia, credo, ma è sempre stato così. L'unico assembramento umano in cui so che mi sentirei a mio agio è un circolo letterario. Forse perché è un circolo e nel cerchio troverei il mio spazio, non so.

Il Book & Tè, il circolo letterario di Scrittura & Scritture è l'ideale, per me. Innanzitutto, si svolge a Napoli. Poi è organizzato da una casa editrice che, da quando la conosco - e sono diversi anni, vi posso assicurare - non mi ha mai deluso per i testi che pubblica e per le iniziative che promuove. E, in ultimo ma importantissimo, coinvolge gli autori dei libri che si leggono ad ogni appuntamento.
Il primo appuntamento della terza edizione del Book & Tè è il 1 ottobre e le prenotazioni sono andate esaurite già dai primi giorni, segno dell'entusiasmo che le passate edizioni ha lasciato nei lettori appassionati e desiderosi di confrontarsi.
Il calendario è …

Le sfrappole di Elena Taroni Dardi

Tra tutti i legami che si possono creare all'interno di una relazione - d'amore, d'affetto, d'amicizia o di lavoro, che sia -, la fiducia, secondo me, è il collante che tiene in piedi ogni cosa. Quando viene a mancare, difficilmente quel legame sopravvive.
Forse ancora più crudele è il dubbio del tradimento della fiducia: si insinua improvvisamente in quello che conoscevamo e lo stravolge, striscia lentamente nei gesti, negli sguardi, nei comportamenti che eravamo abituati a conoscere e li ammanta di nuove sfumature (no, non grigie e certamente più di cinquanta).
Quando il dubbio del tradimento di Lorenzo si fa strada nella mente innamorata di Valentina, la luce che sembrava avvolgere il loro rapporto si arricchisce di ombre che, pian piano, assumono la forma di Mirella, l'amica di sempre, quella che le ha sempre dato filo da torcere e che non ha mai creduto nella loro relazione. "Le sfrappole. La ricetta della fiducia" di Elena Taroni Dardi [Emma Books]…

Se non la gracile sua nudità di Carla Marcone

Il silenzio attraversa il vicolo fetido di piscio che appesta perfino il buio, in agguato dietro ogni angolo. Ma Nina è abituata a quel tanfo, le è familiare, perché l’accompagna tutte le notti, fino alla porta della solitudine che chiama casa. Fruga nella borsetta, infila la chiave nella toppa e il mondo fuori.  Fuori dagli occhi che accendono voglia e desiderio. Fuori dalla bocca, tormento di carne e di sangue, che ancora ha il sapore dei gemiti dell’ultimo cliente. Fuori dalle mani che accarezzano senza amore, dalle braccia, dalle gambe … da quell'anima, maledetta anima che le abita dentro. Fuori dalla pelle, pelle da donna, bianca come può essere la pelle di una donna... Fuori dalla fiamma dei capelli che è solo una parrucca, che è solo un’altra maschera, un’altra bugia.  Fuori! Fuori!  Fuori da lei che per lui non è più lei.  Smette l’abito intriso di profumo sciupato e si avvicina claudicante allo specchio. Ha il cuore ed un tacco spezzati.  Non vuole guardare, Nina.  Le ma…

Un'estate con Jane, Elizabeth e Darcy

A guardare indietro, ho passato l'estate da sola.
Con mio marito, certo, e qualche sporadico amico, ma fondamentalmente sola. Con un libro.

Da luglio a settembre, ho riletto "Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen e, grazie a TwLetteratura, ho avuto l'opportunità di commentare i diversi capitoli in compagnia di tutti gli utenti di Twitter che hanno aderito all'iniziativa.

Era da un po' che non riprendevo in mano in libro e, fin dall'inizio, non mi è dispiaciuto prendere parte al progetto che, come per altri libri, mi ha permesso di riflettere e riscrivere le parti che più mi hanno colpita.
Di "Orgoglio e Pregiudizio", a pensarci ora, ogni volta mi colpisce l'immortalità.


Le parole di Jane Austen sono sopravvissute ai secoli senza perdere un briciolo della loro forza. L'ironia e il wit della scrittrice, che ha narrato le vite e i meccanismi della borghesia inglese di provincia, riescono a suscitare negli appassionati - ma sfido chiunque …

Chioma di Capri di Pablo Neruda

Capri, regina di rocce, nel tuo vestito color giglio e amaranto son vissuto per svolgere dolore e gioia, la vigna di grappoli abbaglianti conquistati nel mondo, il trepido tesoro d'aroma e di capelli, lampada zenitale, rosa espansa, arnia del mio pianeta. Vi sbarcai in inverno. La veste di zaffiro custodiva ai suoi piedi, e nuda sorgeva in vapori di cattedrale marina. Una bellezza di pietra. In ogni scheggia della sua pelle rinverdiva la primavera pura che celava un tesoro tra le crepe. Un lampo rosso e giallo sotto la luce tersa giaceva sonnolento aspettando di scatenare la sua forza. Sulla riva di uccelli immobili, in mezzo al cielo, un grido rauco, il vento e la schiuma indicibile. D'argento e pietra è la tua veste, appena erompe il fiore azzurro a ricamare il manto irsuto col suo sangue celeste. Solitaria Capri, vino di chicchi d'argento, calice d'inverno, pieno di fermento invisibile, alzai la tua fermezza, la tua luce soave, le tue forme, e il tuo alcol di stell…

Il tesoro del pirata di Fabiola D'Amico

Leggo romance storici quando voglio evadere totalmente dalla realtà. Già la semplice lettura, mi fa l'effetto di catapultarmi altrove, ma leggere di Storia con dentro una storia d'amore, è un viaggio nel tempo di sicuro impatto sulla mia immaginazione.
Se poi il romance è ambientato, tra gli altri luoghi, anche in Italia, l'incanto è completo. "Il tesoro del pirata" di Fabiola D'Amico ha tutte le caratteristiche per farvi appassionare a una storia che difficilmente vi lascerà indifferenti.

È il 1645 e Isabella Torrelles riceve una lettera dal padre Carlos che è trattenuto a Palermo da misteriosi nemici che attentano alla sua vita. Le chiede di recarsi a Barcellona per cercare il pirata Juan il Vendicatore: solo Juan, infatti, può recuperare un tesoro che egli ha nascosto prima di essere imprigionato.
Isabella è vedova da poco, ma non esita un secondo a mettersi in viaggio sulle tracce del temibile pirata perché suo padre per lei è tutto. Quando arriva a Barce…

Segnalazione: La disciplina del cuore di Ledra Loi

La disciplina del cuore Ledra Loi Triskell edizioni € 2.90
Trama
Questa è la storia di tre amiche, Matilde, Nicla e Petra, che da ragazze hanno fondato il club delle "vergini di ferro" e ora sono disposte a rinunciare al loro giuramento per amore.  Petra si è sposata e ora, anche le sue due amiche, innamorate di Fryderic Bacigalupi e Killian Brandi, due tenenti delle Fiamme Oro di canottaggio, sono pronte a lanciarsi alla conquista dei due uomini, seguendo le sette regole della nonna di Petra.  Tra litigi, situazioni imbarazzanti e terzi incomodi, riusciranno Matilde e Nicla a far capitolare Fryderic e Killian?

Libri in uscita a settembre 2015

Vi sareste mai aspettati che l'estate volasse con questa velocità?
Eppure sembra essere durata un soffio ed eccosi qua con un massiccio bagaglio di nuove uscite.
Come ogni anno, per me settembre è un po' la fine e l'inizio di nuove e mirabolanti avventure!
Magari non saranno proprio mirabolanti e forse non saranno nemmeno avventure, ma l'aria di rinnovamento c'è sempre.
Quindi perché non estendere questa voglia di novità anche alle nostre letture?
Potremmo provare a leggere un genere che finora abbiamo guardato con diffidenza o dare una seconda possibilità a qualche libro che abbiamo abbandonato qualche tempo fa.
Io ho giusto un paio di titoli in mente...

Che i libri di settembre siano con voi!


Parigi è sempre una buona idea
Nicolas Barreau
Feltrinelli
3 settembre

Parigi è sempre una buona idea, si sa.
Innamorati o no, vale sempre la pena di passeggiare lungo le sue vie. Lì, in rue du Dragon, nel cuore di Saint-Germain, può capitare di imbattersi in un piccolo negoz…

Una fine che sa di inizio. Benvenuto settembre!

Settembre è sempre stato il mio mese.
È il mese del mio compleanno e, dall'anno scorso, è anche il mese del mio matrimonio. È stato il mese della scuola e poi degli ultimi esami all'università. È il mese in cui mi sento giustificata a comprare tutte quelle cose di cartoleria che mi fanno impazzire.
Settembre segna la fine dell'estate, anche se per me quest'anno l'estate sembra non essere iniziata. Settembre è il capodanno di chi si siede davanti ad una finestra piena di luce e progetta il proprio futuro con carta e penna, un calendario e la speranza che l'universo non congiuri troppo per schiacciare qualsiasi seme di bene possa cadere nel terreno fertile di un cuore fiducioso. Potrei raccontarvi di novità a venire, di progetti a cui sto lavorando, di ciò che mi auguro per il prossimo futuro, ma non lo farò.
Non lo farò perché questo settembre appena iniziato mi ha fatto un piccolo dono: la consapevolezza dell'impegno costante e senza scuse per ciò che si vu…

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...