Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2016

Ti meriti un amore di Frida Kahlo

Ti meriti un amore che ti voglia spettinata, con tutto e le ragioni che ti fanno alzare in fretta, con tutto e i demoni che non ti lasciano dormire.
Ti meriti un amore che ti faccia sentire sicura, in grado di mangiarsi il mondo quando cammina accanto a te, che senta che i tuoi abbracci sono perfetti per la sua pelle.
Ti meriti un amore che voglia ballare con te, che trovi il paradiso ogni volta che guarda nei tuoi occhi, che non si annoi mai di leggere le tue espressioni.
Ti meriti un amore che ti ascolti quando canti, che ti appoggi quando fai la ridicola, che rispetti il tuo essere libera, che ti accompagni nel tuo volo, che non abbia paura di cadere.
Ti meriti un amore che ti spazzi via le bugie che ti porti l'illusione, il caffè e la poesia.

Segnalazione: Niente di ufficiale di Katia Anelli

Niente di ufficiale Katia Anelli € 1.49
Trama
Sara è una giornalista freelance che per mantenersi lavora come impiegata in una concessionaria, ma finalmente ha l'occasione di fare carriera. Due uomini sulla sua strada. Andrea: sexy, travolgente ed impenetrabile. Tommaso: attraente, ammiccante e disponibile. Un terribile naufragio. Un processo. Un reportage da realizzare. Tutti quanti vogliono conoscere la verità... ma Sara saprà reggerla?

L'autrice

Katia Anelli è diplomata al Liceo Classico ad indirizzo linguistico, vive nella provincia di Cremona ed è una divoratrice di romanzi, di ogni genere, anche se predilige i romanzi d’amore. Ha iniziato a scrivere il suo primo romanzo alla fine di Gennaio, più che altro per hobby, ma pian piano ha iniziato a prendere forma e in meno di un mese l’ha completato, revisionato e autopubblicato. Niente di ufficiale è il suo quinto e ultimo romanzo. Ha già pubblicato la trilogia dell'amore: L'amore è un'altra cosa (Vol. I), L'alt…

Oggi non ho memoria...

La prima volta che andai alla sinagoga di Napoli, mi sorpresi profondamente nell'ascoltare le parole del rabbino che parlava del popolo ebraico senza alcuna sequenza temporale.
Tra il popolo ebraico fuggito alla schiavitù d'Egitto e il popolo ebraico che animava le celebrazioni nella sinagoga di Napoli, non c'era alcuna differenza.
Tra il dolore di vite spezzate mille o una sessantina di anni fa e oggi, non c'è nessuna differenza, perché non c'è nessuna distanza.
Perché non c'è distanza cronologica se non c'è distanza emotiva. Oggi non ho memoria perché la memoria non funziona così. Almeno non la mia.
Non si piazza nella testa, in un compartimento stagno da aprire solo un giorno e poi richiuderlo.
La mia memoria si trova da qualche parte a metà tra la testa e il cuore, fluttua senza alcuna continuità né programmazione, a ondate mi rimanda immagini di quando avevo quattro anni e di quell'unica estate di follia e amicizia in giro per i locali della costie…

La passeggera di Daniela Frascati

Cosa c'è in Paradiso?
Il Paradiso, almeno nell'immaginario comune, dovrebbe essere il luogo dove non esiste alcun male, dove le anime raggiungono la pace e la luce. "Il Paradiso" è anche il nome del piroscafo su cui è ambientato il romanzo "La passeggera" di Daniela Frascati [Scrittura & Scritture].

Per il capitano Ippolito Zocalo, la nave è un universo perfetto dove lui domina sul resto dell'umanità suddivisa in prima, seconda e terza classe. Unico dio sul quel paradiso galleggiante, Zocalo applica delle ferree leggi di discriminazione, quasi a volersi proteggere dal contatto con il popolo, nel timore di essere contagiato dall'umano sentimento della pietà. Nel suo universo perfetto, ci sono il secondo ufficiale Isidoro Chieli al suo primo viaggio, e il medico di bordo, il dottore Nerio Ferrer.

Nell'ordine perfetto che il capitano crede di aver imposto, però, accade qualcosa. O meglio, qualcuno. Una bambina magra, scura, coi capelli indomabil…

Segnalazione: Luna di Notte. Le Spose della Notte 2 di Anonima Strega

Luna di notte. Le Spose della Notte 2 Anonima Strega € 0.99
Trama
È possibile, senza magia, redimere il Male?
I maghi e le streghe che si sono scontrati nella notte del solstizio sono condannati dall’Alto Consiglio per aver agito in modo discutibile. A Dunia è imposta una pericolosa punizione esemplare: una Luna nella prigione magica con Elias. Qui, secondo le istruzioni di Jeremiah, affascinante membro del Consiglio legato alla Cabala, dovrà spingere il nemico a gettarsi nel burrone dell’oblio, per restituirlo alla comunità magica con tutti i suoi poteri e un’identità ripulita.  La caverna è dominata da un’entità demoniaca che toglie ai prigionieri ogni possibilità di usare la magia, e che si dichiara intenzionata a proteggere Dunia, impedendole tuttavia di fuggire da quello che fino a quel momento pensava fosse il rivale peggiore. Ma quali sono le reali intenzioni del misterioso Jeremiah?
L'autrice
Anonima Strega si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto …

Segnalazione: Mi sei capitata per caso di Diana Malaspina

Mi sei capitata per caso Diana Malaspina € 0.99
Trama
Pamela è all’ultimo anno di un Dottorato di Ricerca quando scopre di essere incinta. Con la tesi da scrivere, l’incertezza di un contratto futuro e l’assenza del padre del bambino che ormai vive dall’altra parte dell’oceano è evidente che non era proprio il momento ideale per diventare madre. Rifiutando di farsi scoraggiare, Pamela affronterà questa avventura con la sua potente arma segreta, un’ innata ironia, e con una forza nuova che piano piano la trasformerà in una mamma. In questo viaggio però, Pamela non è sola. Amiche leali ed esilaranti e una giovanissima futura nonna, bionda e svampita solo in apparenza, la affiancheranno e la aiuteranno a non farsi sopraffare dalla paura di non farcela e dal senso di responsabilità terrorizzante nei confronti di una figlia che si trova a tenere tra le braccia, sola, ancora “ospite” in una casa dei genitori che non sente più completamente sua. A sconvolgere ancora di più la vita di Pamela ci…

Zitta e ferma Miss Portland! di Viviana Giorgi

Quando tutti i libri del mondo mi sembrano noiosi, quando tutte le storie mi sembrano già lette, quando qualsiasi romance mi sembra una emerita cretinata... ecco, è in quel momento che devo leggere un regency che mi ridia la voglia di trovarmi sotto gli occhi delle parole stampate nero su bianco. Mi capitava da ragazzina, con i primi romanzi presi dalla biblioteca di mia zia, e mi capita ancora oggi.
"Zitta e ferma Miss Portland!" di Viviana Giorgi [Emma Books] è un romanzo che vi rimetterà in pace col mondo della lettura, almeno a me, in base a quello che vi ho raccontato prima, è successo.
Il libro nasce come omaggio a "Regency Buck" di Georgette Heyer uscito nel 1935 per l'ottantesimo anniversario della pubblicazione. In effetti, con quel libro - comparso in Italia con il titolo di "Il dandy della reggenza" - si dà inizio ai romanzi regency, ovvero storie d'amore ambientate nell'Inghilterra nel periodo che va dal 1811 al 1820 con protagonis…

Semi da coltivare solo nelle giuste condizioni...

C'è stato un periodo della mia vita, più o meno tra la fine del liceo e l'inizio dell'università, in cui mi prese la fissa per le piantine grasse. Volevo un piccolo cactus e mia madre, che per le piante ha una passione, non se lo fece ripetere due volte. Nel giro di un giorno comparve sulla mia affollatissima scrivania un piccolo cactus, spinoso ma con un delicato fiore rosa fucsia sulla cima. Non era l'epoca dei social, né tantomeno del selvaggio fotografare, e quindi l'immagine resta solo nella mia memoria. Tempo una settimana e il fiore scolorì, cadde e nemmeno il cactus iniziò a stare tanto bene. Dalla mia scrivania, il piccolo cactus fu spostato sul balcone ed è ancora lì che sta ora, bello, rigoglioso, alto e con numerose escrescenze/figli tutto attorno.
Già allora mi rendevo conto che ci sono cose che non sopravvivono ad ogni situazione. Che per far sì che una pianta diventi forte e rigogliosa, c'è bisogno delle giuste condizioni. È la stessa naturale r…

Cambiare è facile. Come liberarsi dalle cattive abitudini e vivere felici

Ci sono abitudini dure a morire. E ci sono abitudini che è bene che non muoiano. Ma cos'è un'abitudine?
Per definizione è:  la tendenza alla continuazione o ripetizione di un determinato comportamento, collegabile a fattori naturali o acquisiti e riconducibile al concetto di consuetudine o di assuefazione. arc. Disposizione naturale. Si parla di ripetizione, di acquisizione di comportamenti ma anche di disposizione naturale. Proprio Gretchen Rubin nel suo libro "Cambiare è facile. Come liberarsi dalle cattive abitudini e vivere felici" edito da Sonzogno e in tutte le librerie da oggi, parla di quattro disposizioni congenite che le permettono di identificare quattro tipologie di persone: i costanti, gli accondiscendenti, i dubbiosi e i ribelli. Ci vengono forniti sorprendentemente pochi indizi per comprendere che tipo di persone siamo. 
John Updike In base alle diverse disposizioni, è possibile cercare di capire in che modo un individuo reagisce alle abitudini. Perché, …

Torna il circolo letterario più esclusivo di Napoli: nuova edizione del Book & Tè!

La lettura è in crisi, o almeno, così dicono le statistiche e le riviste di settore. Schiacciate da questi dati, accolti come ineluttabili, molte realtà culturali hanno lasciato perdere qualsiasi iniziativa. Non la casa editrice napoletana Scrittura & Scrittura che il 4 febbraio inaugura a Napoli la 4° edizione del circolo letterario Book & Tè. L'appuntamento ha raccolto entusiastici consensi fin dalla sua prima apparizione in città, segno che i lettori non sono una specie rara, anzi, esistono, sono numerosi e hanno voglia di incontrarsi per parlare di libri con chi li fa.
Il Book & Tè di Scrittura & Scrittura è particolare, in effetti: nella sede della casa editrice i lettori non solo parlano dei libri che hanno di volta in volta letto, ma hanno l'opportunità di farlo con gli autori in persona. Nel corso delle tre edizioni precedenti, scrittori e scrittrici si sono confrontati faccia a faccia con le emozioni che i loro testi hanno evocato nei lettori e hanno …

Segnalazione: Non lasciarmi mai indietro di Emiliana De Vico

Non lasciarmi mai indietro Emiliana De Vico € 1.89
Trama
Lorenza Garbi non è pronta per incontrare Davide Riva. Non ha la necessaria esperienza per comprendere un uomo complesso come lui. Non sa trovare il modo giusto per averne l’alleanza che tanto le serve per un progetto di lavoro. Non sa neanche spiegarsi perché la tratti con freddezza. Lorenza non è la donna giusta per avvicinarsi a lui. Sa irritarlo, portarlo al limite, e con un semplice sguardo riesce a insultarlo.  Davide Riva è un ex giocatore di basket, ex campione della nazionale italiana, ex uomo dal futuro brillante. L’incidente sportivo di cui è stato vittima gli ha tolto tutto, riuscendo a piegarlo. Il Davide Riva che Lorenza incontra è ormai un uomo sul punto di spezzarsi. Eppure sa blandirla, disorientarla, sconvolgerla ed è l’unico che può aiutarla.  Posso combattersi, ignorarsi, fuggire e lasciarsi indietro, ma potranno mai amarsi completamente due persone tanto diverse tra loro? 
L'autrice
Emiliana De Vico (1973) …

Ho vinto la sfida di 60 libri in un anno! E ora?

L'anno scorso, per la prima volta, ho deciso di tenere una lista aggiornata dei libri che man mano avrei letto. Confesso che più di una volta stavo per dimenticare di segnare il titolo del libro appena finito prima di iniziarne uno nuovo (forse noterete delle discrepanze), ma alla fine ho appuntato tutto.
Mi ero fissata come traguardo 60 libri in un anno e... CE L'HO FATTA!
Anzi, vi dirò di più, sono arrivata a 62 libri. Più o meno cinque libri al mese, anche se - lo vedrete dalla lista qui sotto - ci sono stati mesi in cui ho letto di più e in altri di meno. Così come ci sono state piogge di recensioni e qualche siccità, ma confido nel fatto che mi piace rileggere e ritrovare le storie per poi recensirle anche dopo qualche tempo.
Sinceramente, ad un certo punto mi ero dimenticata di avere un numero da raggiungere e ho letto, letto, letto come se non ci fosse niente altro al mondo se non i libri e il piacere che mi regalano.
E ora? Per il 2016 vorrei riconfermare il traguardo …

Tutto quello che volevo da te di Deborah Fasola

Io sono una di quelle donne che si fregano con una sola scopata. Chiariamo il concetto. Ho passato l'adolescenza da un pezzo, è ovvio, visto che ho già trent'anni, però sono anche una che se s'infila nel letto di qualcuno, se compie quel passo... be', cari miei, è fottuta. La colpa è del romanticismo che mi è stato inculcato sin da bambina. Chiederò i danni alla Disney per questo. Nina Wood ha trent'anni, lavora in una rivista e vuole un figlio.
In realtà, vorrebbe anche un uomo con cui farlo, dal momento che Liam, il suo non-fidanzato, l'ha relegata in un rapporto che non fa passi avanti e, ormai, non le serve nemmeno più come aerobica settimanale. Nina non è più intenzionata ad aspettare che Liam si decida o che arrivi l'uomo giusto, così si reca insieme alla sua migliore amica Annie in una banca del seme, ma quella che doveva essere un'operazione relativamente semplice, si trasforma in una caccia all'uomo.
Sì, perché Nina sceglie dal catalogo di …

Anno nuovo, pensieri nuovi (forse)...

L'anno nuovo è entrato da qualche giorno e io ancora resisto alla tentazione di scrivere una lista di buoni propositi Ora mi chiedo per quanto ancora ci riuscirò.
No, non è questo né il luogo né il momento per iniziarne una, ma qualche nuovo pensiero voglio appuntarlo, che ormai la mia memoria inizia a fare cilecca (ebbene sì, e prova ne sia l'enorme quantità di post-it che uso...).
Rileggevo i post di fine anno che ho pubblicato negli anni passati e, in uno, mi sono lanciata addirittura a promettere che nei dodici mesi che stavano entrando, avrei terminato il libro che avevo perso e davo notizia di una raccolta di racconti che intanto era nata. Del libro perso ho riscritto altri 4 capitoli e la raccolta si è arricchita di qualche altro racconto, ma nessuno dei due testi, a parer mio, è ancora pronto a vedere la luce fuori dal mio schermo.

Intanto, però, ho assistito a fenomeni editoriali che mi hanno fatto riflettere. Sempre più case editrici hanno iniziato a reclutare autor…

Libri in uscita a gennaio 2016

Gennaio è un mese duro e grigio come l'ardesia.  Non è colpa sua, è che arriva dopo lo scintillio delle feste e porta con sé tutte le aspettative dei buoni propositi di fine anno. Si dovrebbe passare come ci suggerisce la foto, con un caffè profumato o una cioccolata calda, un libro aperto e una pila di volumi che ci aspetta come una calda, sicura e confortante promessa di felicità.
Se non avete trovato sotto l'albero le letture che vi aspettavate, ritentate con i libri in uscita a gennaio. Ce ne sono tanti e sono sicura che troveremo tutti una lettura - io spero più di una! - che ci aiuti a superare l'impatto con questo mese che ha in sé l'energia (e il nervosismo!) delle cose nuove.  Buon inizio anno e buone letture a tutti!
La bambina numero otto Kim van Alkemade BookMe 4 gennaio
Per Rachel, infermiera trentenne dalla vita regolare e solitaria, il passato è un buco nero dal quale è riuscita a fuggire per miracolo. Ma quando, nella clinica in cui lavora, fa la sua com…

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...