Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2016

Segnalazione: L'imperatrice del deserto di Anne Lise Marstrand-Jørgensen

L’imperatrice del deserto La leggenda della regina di Saba e di re Salomone Anne Lise Marstrand-Jørgensen Sonzogno

«Anne Lise Marstrand-Jørgensen ha una straordinaria capacità di creare personaggi vividi e intensi, indipendentemente dalle epoche e dai luoghi in cui li colloca».  DANISH LITERARY MAGAZINETrama

Makeda. Il suo nome riecheggia nel Corno d’Africa e colma i deserti a sud della penisola arabica; la sua fama annulla le distanze battute dalle carovane e giunge al regno d’Israele. È la misteriosa e potente regina di Saba, ma prima di diventarlo Makeda è una ragazzina temeraria, insofferente alle tradizioni del villaggio e incurante dei rischi della caccia solitaria e di un estenuante viaggio alla ricerca del padre. Divenuta donna, la sete di conoscenza e l’ambizione politica la spingeranno fino a Gerusalemme, nella raffinata corte di Salomone e nel suo insidioso gineceo di mogli e concubine. Sovrano giusto e uomo percorso dal dubbio, cresciuto all’ombra del padre Davide e nella p…

Segnalazione: Jason di Laurell K. Hamilton

Jason
Laurell K. Hamilton
Nord

Trama
«Credevo di conoscere ogni creatura della notte. Quanto mi sbagliavo…»
Anita Blake

Per Anita Blake, niente è più importante della famiglia che si è faticosamente costruita nel corso degli anni: per quanto eccentrica e fuori dagli schemi, è cementata da forti legami di affetto e lealtà. Perciò, quando il migliore amico di Nathaniel, Jason, si presenta alla porta della Sterminatrice con un delicato problema personale, lei accetta di buon grado di aiutarlo. In fondo, si tratta solo di trascorrere un po' di tempo con lui e con la sua nuova fidanzata, J.J. Nessuno più di Anita comprende le difficoltà di un rapporto con una creatura delle tenebre, e J.J. ha bisogno di qualcuno che la rassicuri e che le insegni a gestire la doppia natura di Jason, che è sia lupo mannaro sia pomme de sang di Jean-Claude. Eppure Anita scoprirà troppo tardi che quel semplice favore potrebbe cambiare per sempre la vita delle persone che lei ama…
I romanzi di Laurell K. Hamil…

San Gabriele di Federico Garcia Lorca

A Don Agustin Viñuales
Un bel ragazzo di giunco, vita snella, larghe spalle, pelle di notturna mela, bocca triste e occhi grandi, fibra d'argento rovente, va per le deserte strade. Le sue scarpe di vernice rompono il vento di dalie, con i due ritmi che cantano brevi lutti celestiali. Nessuna palma gli è pari lungo la riva del mare, né sovrano incoronato né sole o stella vagante. Quando la testa reclina sopra il suo petto di diaspro, la notte cerca pianure perché vuole inginocchiarsi. Chitarre suonano sole per San Gabriele Arcangelo, domatore di colombe e antagonista dei salici. San Gabriele: il bimbo piange dentro il ventre della madre. Non scordare che i gitani ti hanno regalato l'abito. il bimbo canta nel seno di Anunciacion sbalordita. Tre chicche, mandorle verdi, tremano nella vocina. San Gabriele ormai nell'aria con una scala saliva. E le stelle della notte divennero semprevivi.

Le regole del tè e dell'amore di Roberta Marasco

Quando un libro ha dentro tanti, tantissimi sentimenti ed emozioni, è sempre un libro o diventa un amico che ci racconta la sua vita?
Io ho avuto questa sensazione leggendo "Le regole del tè e dell'amore" [Tre60] di Roberta Marasco e sono rimasta un bel po' ad accarezzarne la copertina, come si fa con una guancia che, alla fine, si è piegata in un sorriso felice.
Una storia, questa narrata da Roberta, che mi è diventata amica e che ogni volta mi sussurra cose diverse. Un po' come i tè fanno con Elisa, che ogni volta le svelano una sfumatura delle persone che la circondano e di se stessa. Ora che sua zia è morta, Elisa si ritrova la casa piena di scatoloni che contengono gran parte della vita della zia, ma anche della mamma e la sua quando viveva ancora con loro. Mentre tira fuori le preziose tazze di sua madre, Elisa rivive le emozioni che quella donna distante e controllata ispirava nella bambina che era stata. Ritorna prepotente la sensazione di essere allonta…

La fine è un nuovo inizio

Nell'aria quell'odore di fiore e frutta, e nella brezza il salato del mare. Le pietre, le stesse da trenta, cinquanta, cento, mille anni. Il fuoco, dal mare e dalla terra, dal sangue nelle vene e no, il sangue non è acqua e mai lo sarà.
Maccarun, na grattat de scorza e luna
Poi nu fil de pummarola
Na' vrancata de raggio e sole
e na nenna pe' sunnà.*


Quelle sere sempre diverse e mai uguali, di stelle che non vogliono cadere e che assicurano che anche così i nostri desideri saranno esauditi. Sentirsi invincibili e immortali come solo l'amore può rendere. E tenersi per mano.
Mandarino, e nu' munno addò si 'a regina
Na' capanna fra cielo e mare
a rò tutto o' male scumpare
e a tristezza se ne va.*


Le favole antiche e quelle moderne. Le storie di ieri che poi sono sempre un po' storie di oggi e di sempre. Mille e più ricordi che non sbiadiranno mai. E nel cuore resterà quella luce e quegli odori, il sole della domenica che si infrange sulle pietre del terraz…

A galla di Alessandro Toso

In Italia non si può parlare di lavoro, se non si parla di crisi.
Non si può parlare di famiglia, se non si parla di crisi.
In Italia non si può parlare di vita, se non si parla di crisi.

L'unico argomento che non manca mai nei discorsi - istituzionali e da bar - è la crisi che, a ben guardare, ha il permesso di comparire come scusa e come giustificazione dappertutto, annullando di fatto qualsiasi altra cosa.

Come si vive in tempo di crisi?
Ci si tiene a galla, ma, alla fine, non è sicuro che si stia vivendo davvero.
I personaggi del romanzo di Alessandro Toso"A galla", edito da Scrittura & Scritture, galleggiano nel mare immenso della crisi, cercando di tenere a galla loro stessi, le famiglie, la società che li ospita e tutti quelli che stanno attorno.

Renato Pappalardi è il titolare della Technobitum, un'azienda veneta che, nonostante la crisi, resta a galla. Così sembra, almeno. Renato è uno squalo e, sebbene cerchi di nasconderlo dietro alla cortesia e ad un…

Segnalazione: Sangue Amaro di Angela D'Angelo

Sangue Amaro Angela D'Angelo
ebook GRATUITO cartaceo: € 7 [i proventi saranno devoluti INTERAMENTE alla Onlus SalvaBimbi]

Trama
Ci sono luoghi in cui ogni giorno è una lotta alla sopravvivenza, dove l'aria avvelena il sangue. 
Antonio vive a Scampia, un quartiere dimenticato da Dio e dallo Stato. Sulle sue spalle grava la responsabilità di crescere il fratellino Gabriele, inserito in un programma di recupero per minori a rischio.
Ci sono persone che combattono e non si arrendono al senso di impotenza.
Greta è una psicologa. La sua vita non l’aveva preparata al degrado delle Vele, alla silenziosa battaglia ingaggiata da un ragazzo cresciuto troppo in fretta e da un bambino che fatica a riconoscersi nei suoi coetanei.
Ci sono legami che nascono a dispetto delle barriere innalzate dai pregiudizi e dalla società.
Antonio, Greta e Gabriele sono tre figli di una terra amara. Le loro esistenze si intrecciano, si scontrano e si completano sullo sfondo di una realtà difficile e pericolosa, …

Torna il Circolo Book & Tè: i libri e le tazze di Scrittura & Scritture incantano Napoli

L'attesa è finita! Torna il circolo letterario più esclusivo e originale di Napoli, il Book & Tè della casa editrice Scrittura & Scritture. Giunto alla 5 edizione dal 6 ottobre 2016 al 2 febbraio 2017, il ritrovo tra lettori appassionati e scrittori è ormai diventato un appuntamento da non perdere nella movida culturale della città di Partenope. Nato dall'idea di Chantal ed Eliana Corrado, editrici di Scrittura & Scritture, il Circolo Book&Tè non vuole essere un circolo letterario come tanti ma molto di più, un vero e proprio progetto culturale sulla lettura a Napoli che dura ormai da due anni e che ha conquistato un pubblico sempre più ampio.
Il circolo Book&Tè, che richiama i salotti letterari di un tempo, si svolge in un’atmosfera di assoluto relax; al centro, conversazioni intorno al libro, alla scrittura e all’editoria, sorseggiando tè (vari i tipi messi a disposizione) accompagnato da diversi pasticcini artigianali.
Formula vincente non si cambia: ogni…

Settembre, sei mio...

Il mio compleanno. L'inizio della scuola, anche quando a scuola ormai non ci vado più. Tutta la cartoleria da ricomprare, anche quando ormai a scuola non ci vado più. L'uva. I fichi bianchi. I funghi. Le zucche. Le foglie dorate e bronzo. I primi freddi. I maglioni di filo. Quelle tazze calde che mi consolano anche se non so mai da quale male.

La coperta bianca sul letto. La casa che mi accoglie a fine giornata. Il sole che tramonta prima. I tramonti che sanno di arrivederci dolci e pungenti. Le passeggiate col naso per aria. I nuovi libri. Quell'odore di primo dell'anno. La voglia di mettere in pratica i buoni propositi mai formulati. La certezza che le certezze rimarranno tali. Tutto il bello ancora dell'estate e tutto lo splendore del primo autunno.

Settembre, sei mio. Lo sei sempre stato, nonostante la tua luce sia cambiata nel corso degli anni. Ma la luce del cuore, quella no, non cambia mai.

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...