Passa ai contenuti principali

Fidanzata di venerdì di Catherine Bybee


Dopo "La moglie del mercoledì" e "Sposata di lunedì", Catherine Bybee torna con un nuovo romance in cui i giorni (dispari) della settimana vanno di pari passo con l'amore.
"Fidanzata di venerdì" [Leggereditore] racconta di Lady Gwen Harrison, la sorella del duca Blake Harrison, protagonista de "La moglie del mercoledì", già apparsa negli altri capitoli della saga ma qui finalmente prende la parola in maniera decisa.

Gwen è attratta da Neil, l'ombra silenziosa che suo fratello le ha messo alle costole come guardia del corpo. Neil è una roccia che non lascia trapelare nessun sentimento e nessuna emozione, ma quella lady inglese bella e ben educata gli rimescola qualcosa in un punto non ben precisato del petto granitico sotto cui ha seppellito il suo cuore.

Come è successo anche per gli altri libri della "serie dei giorni della settimana", Catherine Bybee riesce a mescolare una trama frizzante tipica del romance di largo consumo con un secondo intreccio che tocca corde più profonde, con riflessioni che attengono alla psicologia ben costruita dei personaggi e, in questo caso, anche con un pizzico di suspense tipica del thriller.

"Fidanzata di venerdì" è un godibilissimo romance perfetto per passare qualche ora in compagnia di qualche brivido, sia di passione che di tensione.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post popolari in questo blog

Sotto il sole d'agosto

L'odore dell'origano secco da setacciare. I suoni della cucina quando qualcuno si sveglia presto. La luce della controra. Quel silenzio che dura sempre pochissimo. Tutti i rituali che sono in ogni cellula del mio cuore.

La felicità.
Il blu profondo del mare. La sabbia nera e gli scogli come artigli che afferrano le onde.
Il Vesuvio giallo di ginestre, viola di tramonto e rosa di alba.


I libri letti e riletti cento volte.
Le mie carte, le agende un po' ingiallite e i biglietti che ancora mi sciolgono il cuore.
Le piccole cose col loro piccolo posto sulla scrivania.

Gli abbracci, quelli grandi e indissolubili.
I baci, quelli veri, forti, a labbra morbide.
L'amore, quello che non passerà mai, che non è mai stato in discussione e mai lo sarà.
I legami, quelli che affondano le radici nel mio cuore, nell'essere più profondo di me e non cambieranno mai.


Sentire la mancanza di tutto quello che si ha così profondamente dentro, è strano.
È come sentirsi mancare un pezzo di c…

Bambini e social: perché non ci sarà la foto di mia figlia online

Alla fine di maggio è nata mia figlia.
Già durante la gravidanza, io e mio marito abbiamo deciso che la foto di nostra figlia non sarebbe comparsa online.
Del resto, per mia scelta non abbiamo pubblicato nemmeno le foto del mio pancione e non perché ci fosse qualcosa di particolare o perché mi nascondessi da chissà chi. Dal vivo mi hanno visto tutti quelli che mi volevano vedere... e, con una rotondità del genere, non era facile non vedermi, vi posso assicurare!

Fin dal primo giorno, parenti, amici, colleghi o anche solo conoscenti, ci hanno chiesto di inviargli le foto della nostra bambina sui vari social, non avendo trovato niente sui nostri profili.
Vivendo all'estero, in effetti, chat e messaggi sono il mezzo di comunicazione più efficace e veloce, ma in questo momento social in cui Instagram e Facebook sono sovraccarichi di foto di bimbi condivise spesso senza alcuna restrizione, noi abbiamo deciso che il volto di nostra figlia non dovesse andare in giro senza che noi potess…